Grande attesa per il talento di Daniil Trifonov al Da Ponte di Vittorio Veneto.

È cominciata la corsa agli ultimi biglietti disponibili

C’era anche Maria Augusta Marrosu, prefetto di Treviso, in prima fila ad ammirare l’incanto di Yuri Bashmet. E sono stati lunghi minuti di applausi, con ripetute richieste di bis, a chiudere il secondo concerto del Festival musicale internazionale Sulle Vie del Prosecco.

prefetto treviso

prefetto treviso

Un evento da soldout, quello che si è tenuto martedì sera a Villa Lucheschi Valforte di Colle Umberto, com’era già accaduto per l’appuntamento inaugurale di lunedì nella chiesa dei Santi Martino e Rosa a Conegliano.

Per la prima volta la prestigiosa rassegna, curata da Alessio Pianca e Dmitrij Grinchenko, è entrata in una villa veneta.

yuri bashmet

yuri bashmet

pubblico presente

pubblico presente

La suggestiva barchessa messa a disposizione dal conte Cesare Lucheschi ha così aggiunto ulteriore fascino al concerto di musica da camera che ha visto protagonisti I Solisti di Mosca, in particolare con le prime parti dell’orchestra residente, e soprattutto il violista Yuri Bashmet, direttore artistico della manifestazione intervenuto alla serata in veste di solista (musiche di Niccolò Paganini, Pyotr Ilyich Tchaikovsky e Igor Stravinsky).

concerto di musica da camera

concerto di musica da camera

le autorità presenti

le autorità presenti

aperitivo del consorzio prosecco doc

aperitivo del consorzio prosecco doc

La kermesse continuerà giovedì 28 agosto alle 21 al teatro Da Ponte di Vittorio Veneto.

Ospite d’onore dell’evento sarà la promessa mondiale del pianoforte: il 23enne russo Daniil Trifonov si esibirà infatti quale solista, con il Concerto per pianoforte e orchestra n.2 di Fryderyk Chopin, in una serata attesa da appassionati provenienti anche dall’estero. Su di lui Martha Argerich, dalle colonne del Financial Times, ha scritto: “Quello che fa con le sue mani è tecnicamente incredibile. E anche il suo tocco: ha la dolcezza unita a elementi demoniaci. Non ho mai ascoltato nulla di simile”.

Dopo di lui e del suo grancoda Fazioli modello F278, interverranno anche i solisti Andrey Poskrobko al violino e Yuri Bashmet alla viola, con la Sinfonia Concertante per violino, viola e orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart.

Venerdì 29 agosto alle 21, all’abbazia di Santa Maria a Follina, il Festival si aprirà alla Cina, con tutta la grazia della violoncellista Jing Zhao.

In programma l’esibizione del tenore Sergey Romanovsky e del maestro Yuri Bashmet, sia come direttore de I Solisti di Mosca, sia come solista.

Sabato 30 agosto alle 16, al convento di San Francesco a Conegliano, la masterclass per le scuole di musica del territorio.

Infine domenica 31 agosto alle 21, sempre al convento di San Francesco, si terrà lo strepitoso evento di chiusura con guest-star l’attrice Ksenia Rappoport, i pianisti Ivan Rudin e Irene Veneziano, il cornista Radovan Vladkovich.