LA GRANDE MUSICA CLASSICA NEI LUOGHI Più SUGGESTIVI DEL TERRITORIO: CASTELLI, VILLE VENETE, CHIESE E ANFITEATRI

 

Un festival molto giovane che sta raggiungendo in tempi brevi la sua maturità. Grazie all’altissimo profilo artistico voluto dal suo direttore, interprete e mentore, il maestro russo Yuri Bashmet, il festival musicale internazionale “sulle vie del Prosecco”, richiama a tra fine agosto e inizio settembre protagonisti indiscussi del panorama musicale classico internazionale nei luoghi più suggestivi delle Terre del Prosecco.

Il festival si tiene in località identificative di una parte di un’area vasta denominata Prosecco, una macroregione che da Trieste passando per Venezia arriva fino a Vicenza, coinvolgendo ben due regioni il Veneto ed il Friuli Venezia Giulia.

Si tratta di un territorio paesaggisticamente inconfondibile, che unisce la pianura e la collina, meravigliose ville cinquecentesche con borghi e castelli medievali, centri storici affrescati ad area di collina della Pedemontana Veneta, dove la viticoltura a Prosecco è un segno inconfondibile del paesaggio. Un territorio che spalanca le porte dell’immaginazione, da una parte la laguna di Venezia, e dall’altra le meravigliose montagne delle Dolomiti a fare da quinta naturale, un territorio così bello da annoverare ben 9 siti patrimonio UNESCO (l’ultimo in fase di candidatura).

Tra i luoghi selezionati dagli organizzatori del Festival, per la loro straordinaria bellezza, di grande suggestione e di valore storico architettonico ineguagliabile, la chiesa domenicana Santi Martino e Rosa di Conegliano, la millenaria Abbazia di Santa Maria di Follina, l’ottocentesco Teatro Da Ponte di Vittorio Veneto, il duecentesco Convento di San Francesco (Conegliano), il quattrocentesco Castello di San Martino di Vittorio Veneto, la settecentesca Villa Morosini Lucheschi Valforte di Colle Umberto ed la duecentesca Chiesa di San Francesco di Treviso, dove elementi romanici si mescolano ad elementi gotici, il cinquecentesco Palazzo Sarcinelli e l’ottocentesco Teatro Accademia a Conegliano, l’ottocentesca Chiesa di San Pietro di Barbozza, a Valdobbiadene.

_Z5B9014-Castello del Vescovo 1-Agosto 2015 web(1)

Tra le novità di questa terza edizione sono previsti concerti e masterclass in altre ville e luoghi storici di pregio: Villa Brandolini d’Adda, di origine ottocentesca, a Pieve di Soligo, la cinquecentesca Villa Manin di Passariano, che fu la dimora dell’ultimo doge di Venezia, ed il Castello di Conegliano, eretto intorno al 1100.