Il festival che quest’ anno giunge alla sua V edizione si svolgerà nell’ arco di 4 serate in 4 luoghi diversi dal 29 giugno al 2 luglio,  tutte caratterizzate da splendidi valori architettonici e sempre con la presenza di Yuri Bashmet nella veste di solista e direttore dell’ orchestra residente al festival, i Solisti di Mosca.

Appuntamento quindi a Conegliano Veneto presso la chiesa di SS. Martino e Rosa per l’ apertura il 29 giugno, e il cortile dell’ ex convento di S. Francesco per la chiusura della manifestazione il 2 luglio, al Castrum di Vittorio Veneto il 30 giugno e a Castelbrando di Cison di Valmarino l’1 luglio in uno dei più pittoreschi castelli Italiani.

Si alterneranno vari solisti, con particolarità musicali (concerto funebre per violino e archi di Hartman, sinfonia pastorale di L. Mozart per corno pastoritio e archi, il concerto per flauto di Mercadante con un Rondò alla Russa nel finale…) e strumentali (la presenza del corno delle alpi, strumento che raramente appare nei programmi di sala).

Si segnala tra gli altri la presenza del pianista vincitore dell’ ultima edizione del concorso Tchaikovsky, D. Masleev, affermati solisti italiani come la violinista  Anna Tifu e il flautista Andrea Griminelli, un eclettico cornista compositore e performer come Arkady Shilkloper senza dimenticare 2 giovani tedeschi nella serata intitolata souvenir d’ Allemagne il violinista Maximilian Simon e la violoncellista Constanze von Gutzeit, infine una giovane violinista Russa Zinaida Nesterenko nel solco del tradizionale splendore della scuola esecutiva Russa.

Come da tradizione il concerto di apertura vedrà la presenza dell’ Insieme vocale città di Conegliano diretto da Laura Fabbro