Giuseppe Barutti

Primo violoncello solista de “I Solisti Veneti”, incomincia gli studi sotto la guida del Maestro Adriano Vendramelli, tra gli 11 e i 14 anni vince tre volte di seguito con menzione speciale i concorsi di Vittorio Veneto e Biella, a 16 anni entra a far parte de “I Solisti Veneti” e a soli 21 vince il posto di primo violoncello nell’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia; successivamente si dedica alla musica da camera e collabora con i nomi più prestigiosi del panorama internazionale quali, Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Rocco Filippini. È stato primo violoncello della Filarmonica della Scala di Milano, e ne “I Solisti Veneti” ricopre un ruolo fondamentale per l’esecuzione dei concerti solistici per violoncello e orchestra. Lorin Maazel lo ha definito “uno dei più grandi talenti italiani”. Le sue registrazioni solistiche e cameristiche per diverse Case multinazionali non si contano.