Nikita Borisaglevsky – Violino

BORISAGLBSKY_FOTO

NIKITA BORISAGLEVSKY é nato nel 1985 nel sud della Russia. Diplomatosi nel 2008 al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, sotto la guida di Eduard Grach e di Tatiana Berkul, è diventato artista in residence alla Chapelle Musicale Reine Elisabeth in Belgio, sotto la direzione di Augustin Dumay.

1° Premio al Concorso internazionale Fritz Kreisler di Vienna 2010 e al Concorso internazionale Jean Sibelius di Helsinki 2010, Nikita Boriso-Glebsky è apprezzato da stampa e pubblico per “[…] per la profondità della concezione musicale, la tecnica impeccabile ed una rara combinazione di eleganza, naturalezza e rigore privo di compromessi nell’esecuzione” (“La libre belgique”).

Nikita è giunto alla notorietà nel corso del 2010, anno nel quale ha vinto i due citati concorsi internazionali. È stato inoltre tra i premiati in numerosi importanti concorsi quali il Tchaikovsky, il Regina Elisabetta e il Concorso di Montreal.

Si è esibito con numerose orchestre russe e europee tra le quali la Mariinsky Symphony Orchestra, la State Symphony Orchestra di Russia, la NDR Symphony Orchestra di Hannover, la Gothenburg Symphony Orchestra, la Beijing Symphony Orchestra, l’Amadeus Chamber Orchestra della Polonia, la Helsinki Philharmonic Orchestra, la Moscow Philharmonic Orchestra; e con direttori quali Valery Gergiev, Lionel Bringuier, Christoph Poppen, Alexander Vedernikov, Yuri Simonov, Maxim Vengerov, Agnieszka Duczmal.

È regolarmente ospite dei maggiori festival europei, tra cui il Salzburg Festspiele, il Rheingau, il Richter December nights di Mosca, il Beethovenfest a Bonn, il Dubrovnik Summer Festival e lo Stars of the white nights a San Pietroburgo. Oltre a esibirsi in qualità di solista, Nikita ama collaborare con famosi artisti, tra i quali possiamo ricordare: Rodion Shchedrin, Natalia Gutman, Yuri Bashmet, Augustin Dumay, Boris Berezovsky, Alexander Kniazev, Rafael Wallfish, Jian Wang, David Geringas e molti altri. Nel 2009, ha ricevuto il premio speciale Violinista dell’anno dalla Fondazione Internazionale Maya Plisetskaya e Rodion Shchedrin (USA).

Nikita Boriso-Glebsky si è esibito per la prima volta in Italia nel 2012, ospite della Gioventù musicale d’Italia.

“Young soloist Nikita Boriso-Glebsky is a violinist to look out for. Still in his twenties, he approached the piece almost reverentially, as if paying homage to one of the giants of the repertoire, growing in stature and volume to make every one of Tchaikovsky’s tuneful melodies sing out to the audience. The first movement’s brilliant cadenza easily ticked the virtuoso box.”  The Scotsman