All’ ex Convento di San Francesco la chiusura del Festival

 

COMUNICATO STAMPA

Il tributo di Follina, ancora una volta al maestro Bashmet, amato dal pubblico ed ormai considerato “di casa”. La millenaria Abbazia di Follina, “santuario della musica”, come sottolineato dal sindaco Mario Collet, che in apertura ha voluto ricordare lo sforzo dell’Amministrazione comunale nel rilancio del paese con lo slogan “Follina, città dell’acqua e della musica”.

Presenti al concerto anche i rappresentanti dei Comuni interessati dal festival, tra cui il sindaco di Conegliano Floriano Zambon, coinvolto nella programmazione della serata come lettore del brano di Haydn “Le ultime sette parole di Cristo sulla croce”.

Lunghissimo applauso ieri sera anche per Anna Vidyaykina, sand performer russa naturalizzata austriaca, fresca vincitrice del primo premio del concorso di illustrazione di Sarmede nel 2014. Grande stupore per un’arte, quella della sand paiting, sebbene non sconosciuta ai più, che non era mai stata né all’Abbazia di Follina e né nel territorio in cui si sta svolgendo il Festival “Sulle vie del Prosecco”. Si conferma il carattere innovativo del festival, che può contare su ospiti di chiara levatura, basti pensare alla partecipazione straordinaria dell’attrice Rappoport l’anno scorso e al mandolista Avi Avital e al fagottista Paolo Carlini in scena stasera sabato 29 per il concerto a Treviso.

Ad arricchire la serata di Follina, il violinista danese Nikolaj Snaider, solista accompagnato dall’Orchestra “I Solisti di Mosca”, nella seconda parte della serata ha sorpreso il pubblico con l’imponenza della sua musica, la maestosità dei suoi movimenti e, in conclusione, anche un bis.

La grande chiusura dell’edizione 2015 del festival sarà domenica 30 agosto all’ex Convento di San Francesco a Conegliano con un concerto che si preannuncia memorabile, con dei solisti d’eccezione. Il programma prevede l’esibizione del grande divulgatore di Bach, il pianista Ramin Bahrami, e del virtuoso del violoncello Giovanni Sollima, guidati dal maestro Yuri Bashmet che per l’occasione vestirà il ruolo di direttore dell’Orchestra “I Solisti di Mosca” e anche di solista. Il cartellone prevede “Concerto in Re maggiore per 3 violini e orchestra” di Bach, “Musica da camera per viola e cembalo e archi” di Denisov, “Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in Re minore” di Bach, “Concerto per violoncello e orchestra in Sol maggiore” di Boccherini e “L.B. Files” di Sollima. Dopo il concerto l’appuntamento prosegue con il dopofestival al Ristorante Ca’ del Poggio per la cena conviviale fianco a fianco con artisti ospiti della serata, con menù a prezzo speciale.

Promotori del Festival: Regione Veneto, Città di Conegliano, Associazione Marca Musicale e Insieme vocale Città di Conegliano, Ministero della Cultura della Federazione Russa, i Comuni di Conegliano, Vittorio Veneto, Valdobbiadene, Colle Umberto e Follina, con la partecipazione di Treviso
Con il sostegno di: Consorzio di tutela del Prosecco DOC, Rostec, Russian Helicopters, Novatek, Masottina

Con la partecipazione di: ATS Conegliano Valdobbiadene paesaggio del Prosecco Superiore candidato a Patrimonio UNESCO, Consorzio di Promozione Turistica della Marca Trevigiana con il contributo economico della Camera di Commercio di Treviso

Con la partnership di: Provincia di Treviso, Confcommercio, Agenzia Nazionale del Turismo
Partner tecnici:  Russian Concert Agency, Studiomusica

E con la collaborazione di: Dersut Caffè e Museo del Caffè, San Benedetto, Tegola Canadese, Banca Mediolanum Fabio Marcon Top Global Family Banker, Teatri e Umanesimo Latino, Furlan Floricoltura, Conè, Ondaverde Viaggi, Hotel Canon d’Oro, La Corte Gourmet.

Prosecco Festival - Abbazia di Follina _Z5B9423